Cibo in soccorso

Il 5 febbraio è la Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare: una giornata per sensibilizzare i cittadini, le istituzioni e gli operatori sull’importanza di prevenire gli sprechi.

In occasione di questa giornata ho vissuto in prima persona l’attività della Carovana Salvacibo, un progetto nato nell’aprile 2020 grazie alla collaborazione di Eco dalle Città, un’associazione che si occupa di temi ambientali.

Lo scopo principale è quello di evitare lo spreco di tonnellate e tonnellate di frutta e verdura. Un fenomeno conosciuto da tempo ma accentuato, in questo periodo, dall’emergenza Covid.

Ho seguito le azioni di Ilaria Caelli, psicologa e formatrice: dalla richiesta degli alimenti ai fornitori, alla divisione dei prodotti tra le associazioni che si occupano di distribuirli.

Alla fine dell’intervista ho chiesto: Ma dato che è un progetto nato durante la pandemia… una volta terminato il Covid, la Carovana continuerà?
“Sì, perché la solidarietà è un impegno che a prescindere va sempre portato avanti e anche se comunque la pandemia termina, ci saranno sempre delle realtà più bisognose” ha risposto Martina, una giovane volontaria.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI