La gentilezza vince

Buon compleanno al Muro della gentilezza milanese, allestito dal collettivo del Tempio del futuro perduto!
Un muro attrezzato sull’edificio esterno di via Nono 7, dove chiunque può prendere o donare indumenti, scarpe, giochi, prodotti e beni di prima necessità. In un anno, dal Muro della gentilezza sono passate 10 tonnellate di vestiti, migliaia di libri e giochi donati e redistribuiti a chi ne aveva bisogno.
Il Muro della gentilezza è ormai un punto di riferimento per la Città ed è sempre attivo. La pandemia ha reso ancora più importante l’esistenza di questo ‘luogo del dono’ ed i volontari del Tempio, a volte supportati da associazioni, hanno imparato ad averne cura e organizzarlo al meglio.

Il Muro della gentilezza non è un’invenzione milanese: la prima esperienza arriva dall’Iran.

Wall of kindness, 2015

Il Wall of kindness è nato nel 2015, diffondendosi in altre parti del mondo come in Italia: a Roma, Bologna, Trento, Palermo, Firenze… purtroppo, dopo l’entusiasmo degli inizi, diversi allestimenti sono naufragati, visto l’impegno costante di gestione che richiede, per impedire che si trasformi in un luogo di abbandono.

Per questo, l’esperienza del Muro della gentilezza del Tempio del Futuro perduto è ancora più preziosa. In un mondo dove c’è chi vuole erigere muri per dividere, il muro milanese è diventato il muro della solidarietà e della tolleranza.

Auguri e buon lavoro ragazzi!


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI