READING

23 aprile, giornata mondiale dei libri: oggi al vi...

23 aprile, giornata mondiale dei libri: oggi al via #Letturday 2022

Il 23 aprile si festeggia la giornata mondiale del libro e del diritto d’autore e in gran parte d’Europa si organizzano manifestazioni; a Barcellona si scambiano libri e rose. Per un giorno, le vie si riempiono di libri e sorrisi: lettori, scrittori, librai, editori toccano per alcune ore il cielo con un libro.
Letturaday non si limita al 21 aprile, ma prosegue fino al 23 giugno, ogni giovedì. Ripartirà dall’8 settembre, per proseguire fino alla fine di novembre. Non si limita a una città, un evento, una ricorrenza. Letturaday nasce per questo. Unire una, cento, mille voci. Una, cento, mille occasioni, festival, fiere. Da quel giorno, il nostro invito è: leggiamo tutti insieme, il giovedì.
Tutti i giovedì? Perché no. Proviamoci.”

Ecco la presentazione del #Letturaday 2022, e l’invito che 8pagine raccoglie volentieri ed estende a tutte e tutti. Alle pagine web di #Letturaday il calendario degli appuntamenti, ma attenzione: fatti venire una idea perché questa è una iniziativa che si basa sulla partecipazione e sulla creatività di ciascunǝ voglia dar voce a questo progetto, perché il “raccontami una storia” è una domanda antica, che ci appartiene fin dall’infanzia. Da oggi, per alcuni mesi, dunque, il giovedì ci uniremo in una linea ideale di lettura: in una piazza, in una libreria, in una strada, a casa.

Leggere unisce il mondo, e condividere una pagina, un’autrice, un autore è avere qualcosa in comune: le parole per tradurre la nostra vita e il nostro sentire, e condividerla. Le parole ci aiutano a vivere.
Ricordo che anche enciclopediadelledonne.it cura un progetto Nei libri c’è la vita che fa incontrare autrici, ragazze e ragazzi, storie di libri e di letture attraverso film, e fa incontrare generazioni diverse su brani e frasi che tengono insieme la vita e la illuminano: tutto il programma in neilibricelavita.it

Il dipinto con cui illustriamo questo breve articolo è del pittore svizzero Jean Etienne Liotard (1708-1789) che ci piace moltissimo. Si trova alla Galleria degli Uffizi a Firenze, e ci ha sempre colpito perché se è vero che le signore che ritrae si travestivano effettivamente alla “turca” sotto la spinta di una moda letteraria e culturale – scatenata da una serie di fattori affascinanti, come le Lettere persiane di Montesquieu o la musica di Mozart – è anche vero che questa ragazza accomodata su un divano e rapita dalla lettura potrebbe raffigurare se stessa come una principessa turca, protagonista di quella avventura…Le donne che diventano eroine fra Seicento e Settecento diventano lettrici forsennate, leggono romanzi di nascosto: la lettura ci trasforma, amplifica i nostri sensi, acuisce la nostra capacità di immaginare e immaginarci nei panni degli altri e delle altre, libera la mente dai condizionamenti materiali, dalle grate che ci confinano, siano esse reali o immaginarie.
Buone letture, e a presto con qualche proposta per partecipare con 8pagine ai giovedì del #Letturaday. Ma se ti viene una idea, condividiamola!


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI