Tecnostress, la malattia digitale

Per caso ti senti…

  • Impotente
  • Nervoso
  • Facilmente irritabile
  • Poco concentrato
  • Ansioso e a disagio tanto da aver difficoltà a gestire le informazioni

… allora significa che soffri di Tecnostress.

Ogni giorno utilizziamo computer, smartphone e altri dispositivi, per lavorare, guardare video, chattare con gli amici e giocare insieme a loro per numerose ore.
Per questo è diventato davvero fondamentale costruire un rapporto equilibrato e sano con la tecnologia, altrimenti diventerebbe nocivo per il nostro benessere; non a caso nel 2007 è stato introdotto come malattia.
Nel libro “Technostress: the human cost of computer revolution” del 1984 di Craig Brod, viene definito come un disagio causato dall’incapacità di affrontare le nuove tecnologie in modo sano oppure l’insieme di atteggiamenti, comportamenti e disagi fisici e psicologici che sono causati in modo diretto o indiretto dalla tecnologia.
Ciò include anche lo stress causato dall’uso prolungato o eccessivo di strumenti tecnologici.

Non fa bene…

  • Utilizzare lo smartphone anche durante gli incontri sociali.
  • Non spegnere mai il telefono e interrompere attività importanti per interagire con esso.
  • Svegliarsi di notte per connettersi alle piattaforme Social.
  • Telefonare in luoghi riservati (cinema, biblioteche ecc.).
  • Scrivere messaggi mentre si è in movimento, date meno attenzione all’ambiente intorno a voi.
  • Sostituire la TV con tablet o cellulare.

Ovviamente, il ruolo predominante che la tecnologia mobile ha assunto oggi, ci ha permesso un’esposizione ed un utilizzo costante dei dispositivi, senza limite di spazio e tempo. La nostra vita online è sempre meno separata da quella offline, per questo siamo più soggetti a problematiche, riportando conseguenze nell’ambito lavorativo, personale e anche sociale.
Si possono ipotizzare delle buone pratiche per riequilibrare il nostro rapporto con la tecnologia, affinché possa migliorare la nostra vita quotidiana.
Per questo motivo è necessario curare o intervenire su abitudini e stili di vita che a lungo andare possono essere dannosi.

Quindi dovresti…

  • Regolarizzare i ritmi sonno-veglia (evitando di guardare schermi del pc o dello smartphone durante le ore notturne);
  • Disconnetterti, in determinati momenti, dal mondo web per interrompere il flusso digitale che sovraccarica la nostra mente
  • Svolgere attività sportive e rilassarti per scaricare la tensione. DEVI MUOVERTI!

È importante prendere consapevolezza dell’utilità degli strumenti tecnologici, pur non considerandoli un obbligo e scegliendo sempre quando e come interagirvi.
Ritagliarsi spazi offline fa bene alla nostra salute fisica, mentale, emotiva ed alle relazioni.
Una buona Educazione Digitale, inoltre, aiuta a prendere consapevolezza del proprio rapporto con gli strumenti tecnologici, ponendosi in una situazione di controllo e non di dipendenza.

[https://www.corsisicurezza.it/blog/tecnostress-definizione-effetti-valutazione-rimedi.htm]
[https://www.tecnostress.it/definizione-del-tecnostress]
[https://benesseretecnologico.it/tecnostress-rapporto-con-la-tecnologia/]


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI