READING

Scuola all’aperto, imparare con Madre Natura

Scuola all’aperto, imparare con Madre Natura

La didattica Outdoor è un sistema scolastico in cui i bambini apprendono nelle aule a cielo aperto: giardini, cortili, parchi pubblici e boschi; e che negli ultimi anni sta conquistando sempre più consensi sia in Italia che all’estero (“Outdoor learning”).

https://scuoleallaperto.com/

Non è solo approvato pedagogicamente, ma anche scientificamente: un team di ricercatori statunitensi ha provato che studiare all’aria aperta migliora il rendimento scolastico degli studenti.
Questo perché hanno misurato il livello di attenzione dei bambini i quali si sono mostrati più concentrati, coinvolti e rapidi nell’eseguire i compiti.

In Italia una delle scuole che ha fatto questa scelta è la scuola elementare Fortuzzi di Bologna: ha un cortile (in cui “imparano” le quattro stagioni), un orto, uno stagno, con tanto di “casa delle rane” allevate dagli stessi alunni e un acquario.
Oppure a Milano, l’asilo nido Dadà presenta il “Progetto Green” il cui scopo è far in modo che i bambini possano trascorrere un’esperienza a contatto con la natura, con il mondo vegetale, apprendendo i cicli vitali, la dimensione temporale, biologica, scientifica dei cambiamenti del mondo che li circonda.
Mentre queste sono realtà legate alla fascia de* più piccol*, in Norvegia, la Udeskole (“Scuola all’aperto”) riguarda la fascia 7-16 anni.
I ragazzi svolgono regolarmente attività obbligatorie al di fuori della scuola, perché lo spazio aperto ed esterno alla scuola favorisce la relazione dialettica tra teoria e pratica e permette di portare avanti attività didattiche, comunicative, esperienze e incontri in grado di stimolare la spontaneità, il gioco, la curiosità e la fantasia.
https://laricerca.loescher.it/udeskole-a-scuola-nella-foresta/

La chiave insomma è “sconfinare” oltre le mura dell’aula e dell’edificio scolastico, un’idea che il progetto della Scuola Sconfinata ha messo nero su bianco. La scuola all’aperto è un’idea molto utile, praticabile in questa situazione condizionata dalla pandemia, e una ottima alternativa alla didattica a distanza: favorisce i contatti, il piacere di camminare e muoversi, e l’attenzione. E scoraggia la malinconia.


Sono Jhiannie "Gianni" King, un ragazzo semplicissimo e con il sangue filippino. Ho poco da perdere e tanto da imparare. Ho incontrato 8pagine durante due redazioni aperte e ora, finito il liceo, collaboro a questo progetto.

RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI