S.T.O.P., dove la musica non si ferma

Siamo agli inizi del 2017; i proff. Federico Lama (matematica) e Marco Maurizi (filosofia), entrambi appassionati di musica, iniziano un progetto all’interno dei laboratori musicali dell’Istituto Lucio Lombardo Radice di Roma.

Il progetto prende il nome di S.T.O.P., un acronimo dai molteplici significati: inizialmente era Students and Teacher On Playing”, che però nel tempo, a seconda delle occasioni, ha cambiato significato (Surrender To Our Peace”, “Siamo Tutti Obiettivi Potenziali”, ecc).

Il progetto e i concerti hanno successo, vedono la partecipazione di studenti di qualsiasi età e preparazione musicale: spesso, grazie alla musica, si riesce anche a superare “problematiche” scolastiche di emarginazione o relazionali.

Col tempo alcuni studenti mostrano capacità di “scrittura” musicale e il laboratorio diventa una factory musicale per la creazione e l’arrangiamento di canzoni originali scritte collettivamente o individualmente; nel 3 febbraio 2020 viene pubblicato nel loro canale YouTube il primo brano intitolato Don’t Waste Your Time.

È passato un anno dalla pubblicazione della colonna sonora della quarantena El Virus No Pasa: nonostante il lockdown, il laboratorio non si è fermato ma ha prodotto un video “a distanza”, che ha ricevuto anche qualche segnalazione sulla stampa.

Il 25 dicembre 2020 è stato rilasciato il loro primo album chiamato STOP.
La tracklist contiene 13 brani:

  1. Woman
  2. Another Place
  3. 4X1
  4. I Didn’t Notice
  5. Panic
  6. Can’t Get Enough Of You
  7. Wet Voices
  8. There’s Nothing Left
  9. Coraline
  10. Little Ghost
  11. Just Can’t Speak (Earth’s Song)
  12. Express Yourself
  13. Vote Me


I brani sono stati registrati tra il febbraio e l’agosto 2020 al Casale Garibaldi e all’Istituto Lucio Lombardo Radice.

S.T.O.P. è un progetto aperto; non comprende solo musicisti e cantanti ma ha dietro di sé una grandissima squadra: ci sono gli addetti all’organizzazione, alla grafica e alla comunicazione.

La musica non sono solo parole e rumori: è un metodo di espressione, il ritmo più raccontare la storia… non solo quella che ci circonda ma anche quella personale.
Federica Giovinazzo è una ragazza, ed ex studentessa, che racconta nel brano Panic, da lei scritto, cosa provocano gli attacchi di panico.

“La scuola è un comunità […] e molto spesso viene confusa. La scuola può diventare un momento […] il cui obiettivo principale è quello di stare bene insieme”

PS. Ricordatevi di seguire e sostenere il progetto nei loro social: YouTube, FaceBook, Instagram, Twitter, Spotify, Apple Music, Band Camp e Amazon.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI