READING

“Orrido famigliare”, di Giorgio Franza...

“Orrido famigliare”, di Giorgio Franzaroli la storia (difficile) in un romanzo a fumetti

Una breve intervista con Giorgio Franzaroli a cura di Giuseppe Cesareo.
Il 10 febbraio è la giornata del ricordo. Si ricorda la realtà drammatica delle foibe, un brano atroce della storia contemporanea. Le foibe erano aperture nelle rocce, in cui prima (durante l’occupazione fascista) “sparivano” i dissidenti antifascisti e poi italiani e dissidenti (considerati fascisti) vennero infilati, a morire.

Nel suo romanzo a fumetti Orrido Famigliare, Giorgio Franzaroli (Pop Edizioni) racconta la storia della sua famiglia, dei suoi nonni, che si trovavano ad Arsia, nell’Istria occupata dai fascisti. Scapperanno poi da lì, proprio al momento della Liberazione, perché per gli italiani le cose si mettono male, e scappano verso l’Appenino, a Montese, dove passa la Linea Gotica, dove trovano le bombe e i tedeschi. È una storia complicata ma, come dice Giuseppe Cesareo nella sua breve intervista, che nel libro di Franzaroli si capisce bene, perché il racconto per immagini è vivace, diretto, e anche perché nelle vite la Storia entra con le sue sfumature e allora ecco: si capisce.
È un libro che vale la pena di leggere.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI