READING

“Libere e sovrane: le 21 donne della Costitu...

“Libere e sovrane: le 21 donne della Costituzione”

Le ragazze e i ragazzi delle classi terze della scuola media Paolo Guerini di Bagnolo Mella (Brescia) hanno realizzato un video molto bello, di cui abbiamo voluto mettere un piccolo estratto anche in testata, in cui hanno voluto raccogliere il testimone, e “diventare” alcune delle personalità che hanno incontrato nel corso della loro ricerca.
Perché le cose cambiano attraverso le persone.
Ecco qui il video intero, che merita davvero attenzione per le scelte emozionanti e le belle idee con cui racconta un pezzo importante di storia d’Italia.

Si tratta di una ricerca dedicata alle donne che hanno fatto la Costituzione, quelle 21 donne che segnarono una nuova stagione per il nostro Paese, nel quale, per la prima volta, le donne avevano finalmente partecipato al voto. È stata una bella sorpresa ricevere la segnalazione della docente Antonella Lorandi di questo lavoro: “Grazie a questo progetto i nostri studenti hanno avuto la possibilità di scoprire alcune grandi figure di donne italiane che negli anni ’46-’48 hanno fatto dell’Istruzione e della Partecipazione attiva il tratto distintivo della loro vita. Sono rimast* particolarmente colpiti dalla forza d’animo e dalla  fede nella libertà e nella democrazia che hanno dimostrato le 21 donne  che hanno preso parte all’Assemblea Costituente in Italia. Le madri della Costituzione portarono nella vita politica , sociale e civile del Paese un contributo inedito, destinato a rimanere per sempre. Gesti di una cultura permanente ma tuttora in divenire. A voi, e al vostro sito , che è stato una delle fonti alle quali i ragazzi hanno attinto per realizzare il lavoro,  va il nostro pensiero e la nostra stima“.
Il messaggio ci ha fatto immenso piacere, perché quest* ragazz* hanno usato anche la nostra enciclopediadelledonne.it, dove anche tu puoi incontrare oltre 1200 donne di ogni epoca e luogo, e conoscere la loro storia e comprendere la complessità dei contesti, in cui persone di ogni genere hanno vissuto e operato.
Questa complessità è stata oggetto della chiacchierata che abbiamo voluto fare insieme.
Così ci siamo incontrat*, anche se solo a distanza, e abbiamo parlato di tantissime cose: del lavoro che hanno fatto, di quello che hanno imparato, della giustizia, dell’istruzione e della libertà, delle Madri argentine di Plaza de Mayo e di Malala, della storia che deve essere maestra di vita perché altrimenti ripeteremmo sempre gli stessi errori; e della tendenza a pensare per stereotipi invece che alla luce delle differenze che ci fanno quello che siamo: “diversi ma di eguale valore”, come recita anche un bel disegno nel video. Non tutte e tutti hanno voluto esprimersi – eravamo davvero tant*– eppure ho sentito una enorme attenzione ed è stato davvero una occasione preziosa di scambio.

A presto ragazz*! E complimenti a* vostr* insegnanti che oltre ad avervi orientato in una ricerca appassionante hanno parlato di voi con ammirazione, stima ed emozione.

Ecco la grande squadra di lavoro:
terza A: Vittoria Almici, Bertolazzi Anna, Lorenzo Sbarbada, Cristian Delluomo Cristian, Ayoub Machhoub, Marco Capuzzi, Enea Biemmi, Stefano Cucchi, Zoe Giacovelli;
per la terza B:  Martina Vergoglio, ArshvirSingh; per la terza C: Edoardo Bernini, Lorenzo Scalvini, Pietro Dabrassi, Alessandro Bonazza, Gueye Souly, Alessandra Boldini, Alessandro Zani, Melissa Losavio, Agnese Owusu. Terza D: Giorgia Bonardi, Andrea Marella, Aryan Singh, Giulia Capoferri, Alessandro Paloschi, Emma Placereani, Giorgia Vassalli, Daniele Carchio, Giulio DiBenedetto, Giampiero Gomez, Amandeep Singh, Giulia Buscio, Karim Elomri, Viola Benvenuti; terza E: Nicoletta Achirus , Anita Invernici, Maurilia Falcone, Elisa Rau, Shandeep Singh, Karanveer Singh, Angelica Ferrari, Caterina Tampella, Safora Guene, Silvia Lorini, Alice Chiari.

Regia del video è della Professorssa Luana Savastano
Montaggio: Scalvini Lorenzo, Bernini Edoardo, Strada Mirko, Losavio Melissa, Gomez Gianpiero, Owusu Agnese, Singh Devansh, Strada Mirko con la supervisione della Professoressa Savastano.

(forse non ci sono tutt* in queste schermate! scusateci)


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI