READING

La storia di Cheslie Kryst

La storia di Cheslie Kryst

Nata in Michigan e poi trasferita in Carolina Cheslie Kryst ha ottenuto la laurea in legge e ha iniziato la carriera di avvocato civilista, occupandosi in modo particolare delle più delicate sentenze imposte ai carcerati. E’ riuscita al contempo a seguire la sua grande passione della moda attraverso la formazione di un blog che aiutava tutte le avvocatesse a vestirsi in modo professionale, con uno stile elegante e alla moda. Decide poi di dedicarsi, come la madre, ai concorsi di bellezza, dove riuscirà a conquistare giudici e pubblico con il suo comportamento deciso e innovativo. Ha vinto, nel 2019, al concorso Miss North Carolina USA ottenendo così il diritto di rappresentare la Carolina del Nord. Determinata a mostrare apertamente i suoi voluminosi capelli afro ha portato un forte simbolo e messaggio, trasmettendo fiducia e forza a tutte la donne. Kryst si è infatti mostrata sempre vicina ad esse intenta ad aiutarle e stimolarle proponendo loro un valido esempio da seguire. E’ dunque capace di lottare per la propria personalità, gusti e idee che nessuno poteva cambiare o giudicare. Nonostante questa sua forza inarrestabile si è trovata ad affrontare un disagio di cui ha parlato apertamente, e che non ha intaccato le sue virtù. 

Cheslie rappresenta indubbiamente una donna audace, forte, piena di ideali e che esterna al tempo stesso le sue fragilità. Ritengo sia importante ai giorni d’oggi esporre al pubblico anche le imperfezioni di tutte quelle figure che sembrerebbero perfette ma che nascondono, come ognuno di noi, una parte più fragile. Solo in questo modo abbiamo la possibilità di sentirle più vicine a noi, più simili. L’imperfezione e lo sbaglio sono comuni caratteristiche umane che non devono in alcun modo coprire la parte migliore di ognuno di noi che deve essere invece esteriorizzata al meglio.

La Miss è morta il 30 gennaio 2022 a New York dopo essersi lanciata da un grattacielo a Manhattan senza lasciare alcuna spiegazione riguardo il suo gesto. Cheslie Kryst si è tolta la vita per l’insopportabile peso delle critiche e giudizi ricevuti che evidentemente non è riuscita a contrastare; la sua vita però, la sua esperienza e il suo talento valevano senza dubbio di più delle cattive parole che le sono state rivolte. 

 Fonte: articolo di cronaca di Andrea Marinelli 1 Febbraio 2022 “Corriere della sera”


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI