READING

Disconnessione in corso…

Disconnessione in corso…

Sono passati quasi 30 anni dal primo smartphone in assoluto.

Ha reso la vita più semplice. È quasi diventato vitalmente essenziale; ce lo portiamo sempre appresso: quando usciamo con gli amici, quando siamo al lavoro, quando aspettiamo il nostro piatto al ristorante, quando ascoltiamo il nostro cantante preferito ai concerti e addirittura quando andiamo in bagno a fare i nostri bisogni.

Siamo sempre all’erta nel caso ci dovesse arrivare un messaggio o una chiamata, tanto che a volte cadiamo nel tranello della “vibrazione fantasma”.

È proprio per questo che aziende e iniziative hanno lanciato giornate dedicate al distacco tecnologico: gli obiettivi principali sono di trovare il proprio tempo da dedicare ai famigliari o agli amici, o semplicemente rilassarsi e pensare a sé stessi.

Nel 2019 OnePlus, un’azienda cinese produttrice di smartphone, ha invitato tutti gli utilizzatori di cellulari a starne senza per 24 ore. L’iniziativa chiamata #NoPhoneDay è stata indetta il 2 marzo per invitare i propri utenti a riconnettersi nel mondo reale.
Il fondatore Pete Lau, in occasione del lancio del OnePlus 6T, ha dichiarato:
“Ci mettiamo continuamente alla prova per offrire alle persone la migliore esperienza possibile e per fare sempre ciò che è giusto. Offrire un’ottima user experience significa far sì che lo smartphone abbia un ruolo di secondo piano. Uno smartphone deve far sentire liberi, deve migliorare la nostra vita anziché distrarci da essa”.

Ma negli USA è molto più crudele: siamo nel 2010 e Sabbath Manifesto ha intenzione di rallentare il nuovo mondo tecnologico.
Passare 24 ore, non solo senza smartphone ma anche senza tablet e computer, durante la “National Day of Unplugging” che cade ogni primo venerdì di marzo.

Quest’anno la National Day of Unplugging (“Giornata nazionale della disconnessione”) va dal tramonto del 5 marzo a quello della giornata successiva.
PS. Il tramonto è circa alle 18:16

Nel 2013 invece, nasce la Web Stars Channel di Luca Casadei, che nel 15 settembre 2015 ha promosso la #LifeTherapyDay: evitare per 24 ore ogni social.
Inizialmente hanno partecipato solamente le star web tra cui gli attori FaviJ, Leonardo Decarli, Federico Clapis e Zoda del film Game Therapy, i quali, dopo l’annuncio nei loro profili social, hanno coinvolto i loro utenti a prarteciparvi.

La Web Stars Channel vuole rendere il #LifeTherapyDay fisso ogni 15 settembre.

Con queste iniziative capiamo che prendersi una pausa dalla tecnologia è importante per realizzare quanto la vita terrena sia molto più importante.

Ma è veramente impossibile stare senza la tecnologia?
Ovviamente ci sentiamo tagliati dal mondo, tanto da pensare di essere rimasti indietro rispetto agli altri. Esistono però attività per passare in modo sereno queste giornate… te ne dico un po’:

  • PASSEGGIATA
    È la cosa che consiglio maggiormente, attività fisica e relax.
  • PROPRI CARI
    A volte non ci rendiamo conto quanto sia bello stare in famiglia senza un telefono che ci distrae. Raccontatevi episodi della vostra vita che non avete mai detto: potrebbero affiorare ricordi o venire a conoscenza di un lato nascosto di un tuo caro.
  • YOGA
    Lo yoga sembra noioso… solo se fatto male e con poca voglia.
  • DISEGNO
    Ritrovarsi tra le mani un foglio di carta, una matita e qualche colore, può far riaffiorare un tuo lato artistico che pensavi di non avere.
  • ORDINE
    Non dico per forza pulire ogni angolo, ma concentrarti principalmente sulla tua stanza. Potresti imbatterti in vecchi ricordi o semplicemente in un disastro. Prova a riorganizzare tutto: vestiti, foto, materiale scolastico.
  • DORMIRE
    Se sei proprio un* sfasticat* dormi. Passerai moltissime ore in poco tempo.

In occasione della National Day of Unplugging, rinuncerai al telefono o ne sarei nuovamente schiavo?
Se dovessi resistere anche per sole 12 ore sarebbe un grandissimo traguardo. Facci sapere la tua esperienza.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI