Cosa cerco nei giornali

Sono alla ricerca di articoli di questa settimana su alcuni quotidiani: “Corriere della sera”, “Repubblica”, “Domani”…. Mi accorgo però, mentre li sfoglio, che la gran parte delle pagine sono occupate dalla guerra in Ucraina: “morti”, “bombardamenti”, “Putin”, “terrore”… Non mi soffermo a leggere. Di istinto continuo a girare le pagine alla ricerca di articoli distanziatidallo scontro, che trattino di altro, qualcosa che mi possa riguardare da vicino. Non ho intenzione di ignorare l’argomento, probabilmente sono solo irritata e troppo sconvolta, sento un enorme distanza. Come posso trattare di un tema che sento quasi lontano e nel quale non potrei lasciare una parte di me? Non posso nemmeno immaginare come realmente vivono le persone di quel paese, che scappano dalla loro terra o che vedono la loro stessa casa distrutta. Non mi sento toccata direttamente. Per quanto io possa raccontare relativamente ciò che sta accadendo, non sarei in grado di spiegare e trasmettere tutti gli aspetti più complessi ed emotivi che vi stanno dietro. 

Il mio intento è infatti quello di scrivere ciò in cui mi sento davvero coinvolta, poiché ritengo che solo così sarei davvero capace di scrivere cose interessanti ed utili. Chi  scrive in fondo lascia nei suoi scritti una parte di sé per riuscire a fare del testo una cosa propria e vera da far leggere a tutti.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI