Comics Made in Italy:


All’estero è chiamato Comics, Bande Dessinée, Manga, Historieta, Quadrinos… In Italia da oltre settant’anni lo chiamiamo Fumetto.
Il Fumetto italiano ha una sua storia importante, con radici lontane e uno sviluppo affascinante mai veramente raccontato. Migliaia di autori, scrittori e disegnatori, editori, tipografi, hanno contribuito a una delle più importanti rappresentazioni di quella che oggi viene definita la Nona Arte. Comics Made in Italy: la mostra che si è appena aperta da WOW Spazio Fumetto ripercorre la storia del Fumetto italiano nei suoi tratti essenziali, raccontando i suoi primati mondiali e la sua incidenza sulle produzioni straniere attraverso oltre 100 opere originali e 200 pubblicazioni, arrivando fino ai nostri giorni.

Una grande occasione, non solo per gli appassionati ma anche per i giovani e le scuole, di conoscere meglio questo formidabile medium e il ruolo che l’Italia ha rivestito e riveste tutt’ora. Tra le tavole esposte ci sono opere di Hugo Pratt, Guido Crepax, Benito Jacovitti, Milo Manara, Franco Caprioli, Magnus, Giovanni Scolari, Sergio Toppi, Kurt Caesar, Cinzia Ghigliano, G.B. Carpi, Giorgio Cavazzano, Romano Scarpa, Silver, Umberto Manfrin, Gianni De Luca, Lino Landolfi, Emiliano Mammucari, Grazia Nidasio, Sto, Sandro Dossi, Ivan Manuppelli, Luciano Bottaro, Filippo Scozzari e tantissimi altri.

Il manifesto della mostra è un’illustrazione inedita realizzata da Luca Salvagno, che rappresenta l’Italia turrita intenta a leggere pile di albi circondata dai più famosi personaggi del fumetto italiano.

Fino al 27 febbraio 2022. Viale Campania 12
BIGLIETTO: intero 7 euro, ridotto 4 euro; convenzionato 5 euro.
ORARIO: da martedÏ a venerdÏ, ore 15:00-19:00; sabato e domenica, ore 14:00-19:00; lunedÏ chiuso.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

INSTAGRAM
INCONTRIAMOCI ANCHE QUI